Caccia al Tartufo nell' Oasi WWF

Se la natura viene protetta e rispettata può far crescere cose preziose



Il tartufo non è solo buono da mangiare, è importante anche a livello ecosistemico, è un mondo misterioso da scoprire, sia per il palato che per le Scienze Naturali.

Entra in quest’avventura con noi

Un cane, un tartufaio e la natura selvaggia.

Potrai assaporare i rumori, i suoni e gli odori dell’ambiente, l’eccitazione del cane, pronto per la ricerca. Tutto avviene in silenzio, “di nascosto”, si cammina senza far rumore, per non farsi vedere, per non disturbare la fauna selvatica, per non attirare l’attenzione di altre persone. Così è la cerca del tartufo, una delle poche attività che ancora sono collegate al mistero, all’avventura e all’esplorazione.

Il tartufo è un gioiello pieno di mistero

una forma di vita affascinante che cela ancora molti segreti, anche dal punto di vista biologico. La sua vita ed il suo sviluppo sono in parte ancora da scoprire, le proprietà degli elementi che lo costituiscono sono da indagare, le relazioni che esso sviluppa con le altre forme di vita sono di assoluto interesse scientifico.

Il tartufo non cresce e non si sviluppa se la natura è manomessa dall’uomo, non cresce con i concimi e con i pesticidi, muore. Il tartufo non cresce se si tagliano le piante, il tartufo è l’emblema della natura che si ribella alla prepotenza dell’uomo e che invece esplode di vita quando tutto è al suo posto, quando ogni forma di vita comunica, e le cose vengono rispettate.

La fauna selvatica supporta il tartufo, lo aiuta nella sua diffusione, ogni animale che se ne nutre, dai cinghiali, ai topi, alle lumache ad ogni altro, non fa che diffonderlo. Il tartufo attrae gli animali per muoversi, con il suo profumo lancia un richiamo d’amore.

Il tartufo, Tuber aestivum Vittad., Tuber borchii Vitt., Tuber brumale Vittad., Tuber melanosporum Vittad., (come pure tutte le altre specie, comprese quelle non commestibili, ma di elevato interesse naturalistico), lega la sua vita alle radici delle piante, e non solo delle piante più grandi e più conosciute, non solo querce. Il tartufo comunica silenziosamente.


Il tartufo non è semplicemente buono, il tartufo è scienza, il tartufo è ricerca, il tartufo è natura, il tartufo è Magia.

Maga

Questa escursione è l’unica occasione in cui vedrete un cane in Oasi, infatti Maga è un cane specializzato nella ricerca di tartufi, non reca danno alla fauna selvatica e viene costantemente controllata durante il suo percorso nella riserva.

A parte lei, non sono ammessi altri animali domestici, per i motivi che abbiamo già spiegato in diverse parti di questo sito.

In questa escursione scoprirete

la vita del tartufo, la sua biologia, le tecniche di ricerca, le caratteristiche di una tartufaia naturale e di una coltivata. Apprenderete come si può creare una tartufaia coltivata. Vi verranno date informazioni su come si pulisce, si conserva, si prepara e si cucina un tartufo.

Riceverete in omaggio alcuni dei tartufi trovati.



L’escursione è esclusiva

perché consente l’accesso ad un numero limitato di persone, da un minimo di due ad un massimo di cinque. Infatti ci muoviamo in un’area protetta, un’Oasi WWF dedita alla conservazione della natura.

L’Oasi WWF La Malcontenta e il Lupo cela al suo interno numerosi segreti, il tartufo è uno di questi, ed è anche Scienza oltre che palato, e voi avrete l’opportunità di conoscerlo e toccarlo.

Cosa è incluso

€ 100/persona

  • Cercatore di tartufi con cane da tartufi
  • Attività di caccia al tartufo
  • Escursione per raggiungere la tartufaia
  • Lezione in cammino su biologia del tartufo, tartufaie naturali, tartufaie coltivate, addestramento del cane, informazioni sull’ ambiente protetto dell’ Oasi WWF
  • Omaggio di alcuni tartufi appena raccolti durante la caccia

Informazioni aggiuntive

  • Pagamento ed iscrizione on-line prima del giorno d’arrivo. All’atto dell’iscrizione dovrete firmare ed inviare per e-mail il modulo d’iscrizione con liberatoria
  • In caso di mal tempo la quota verrà rimborsata o, se si preferisce, si potrà concordare un’altra giornata

Informazioni aggiuntive

  • Dove: Oasi WWF La Malcontenta e il Lupo
  • Percorso non adatto ai bambini
  • N° di partecipanti: Minimo 2 Massimo 5
  • Orario di partenza: 08:30
  • Animali domestici non ammessi
  • Lingue parlate: italiano, inglese

SPECIALE PERCHÉ

 
La Malcontenta e il Lupo è la seconda Oasi WWF della Regione Umbria
Si entra in un’ Oasi che è dedicata prevalentemente alla ricerca scientifica e alla conservazione, normalmente quindi non è possibile accedere e, quando si accede, come in queste occasioni, i gruppi sono sempre molto piccoli
È la prima Oasi WWF con un focus sul tartufo, in quanto specie biologica di rilevante interesse Naturalistico

Dislivello: 90 m – Lunghezza: 1,2 km – Durata: 2 ore – Difficoltà: medio-facile

ABBIGLIAMENTO E ATTREZZATURA

Scarponi da trekking, giacca a vento antipioggia, abbigliamento comodo e pratico, borraccia, zaino, cappellino, occhiali da sole e crema solare protettiva.


IN SINTESI

Il punto d’incontro è L’Oasi WWF La Malcontenta e il Lupo, nella frazione di Asproli.

Da qui si comincerà l’escursione che ci condurrà alla tartufaia. Si tratta di un percorso in cui si può trovare erba alta e durante il quale si attraverseranno parti di bosco. Il tragitto è lungo circa 600 metri ad andare e 600 metri a tornare, con pendenza a tratti elevata.
Dopo il tragitto escursionistico a piedi si giungerà alla tartufaia, dove ci si soffermerà circa 1 ora per la ricerca vera e propria del tartufo.

per informazioni contattateci all’indirizzo info@lamalcontentaeillupo.com

Come arrivare

 
Indirizzo

Asproli

Todi

06059

Italia

Per chi proviene da Nord o da Sud uscita Ponterio della statale E-45 per poi proseguire in direzione Orvieto (SS448), e svoltare seguendo le indicazioni Porchiano - Asproli.

Se il vostro navigatore cerca di farvi prendere strade di breccia o di terra battuta, non prendetele. Seguite sempre e solo la strada asfaltata principale ed i cartelli stradali che indicano Porchiano ed Asproli.

La Malcontenta e il Lupo si trova poco dopo la chiesa del paese di Asproli. Appena superata la chiesa, la strada inizia a scendere, percorretela per 125 metri e vedrete sulla sinistra l’insegna de La Malcontenta e il Lupo. Siete arrivati.
Contattateci per qualsiasi dubbio o indicazione.

 
E-mail
 

Caccia al Tartufo in Oasi, Truffle Hunting in the Oasis €100.00

Seleziona data e ora dell'evento